Come si fa ad abbandonarlo!
E’ una vita che mi segue.
Fedele compagno da sempre.
Eppure arriva un giorno in cui si dice: anno nuovo, vita nuova.
Debbo fare spazio nella mia vita perciò mi debbo liberare di lui
anche se con molto dolore.
Non lo posso più tenere con me.
Lo so che è un gesto egoistico, ma cosa ci posso fare?
Voglio il mio spazio e lui mi impedisce di ottenerlo.
Ho deciso.
Vado a studio e senza ripensamenti, lo carico in macchina e lo
vado ad abbandonare sul Raccordo Anulare.
Conosco un posto dove nessuno mi vede e così non mi può
denunciare nessuno per abbandono.
Altro che campagne di sensibilizzazione!
Ma “chissenefrega”!
Mi sono rotto le scatole di vedermelo sempre intorno.
Non ne posso più.
Anch’io ho bisogno della mia libertà!
Ho deciso vado a studio e questa volta non mi faccio impietosire.
Bisogna essere decisi a volte, anche se è duro!
Sono sceso come mi ero programmato e lui è sempre li, pronto
per me.
Lo guardo.
Lui mi guarda, ma io senza pietà lo prendo di peso e lo porto
nell’altra stanza.
Dovrà capire chi comanda!
Gli faccio una carezza e lui si illumina tutto.
Non voglio cedere.
Questa è la volta buona che lo abbandono.
Non ne posso più di lui!
Chissà se mi risponde ai comandi come faceva una volta?
Mi imposto e do l’ordine.
Lui puntualmente risponde al comando.
Allora voglio vedere fino a che punto è disposto ad ubbidirmi.
Altro comando più difficile e lui zak risponde con precisione.
“Che cazzo!” Mi dico.
Possibile che dopo tutti questi anni passati insieme lui non si sia
ancora stancato di me?
No, sembra proprio di no.
Risponde ai comandi proprio come faceva quando era cucciolo.
Come faccio ad abbandonarlo?
Siamo a studio solo noi due.
Io lo guardo di nuovo.
Lui mi guarda in quel modo che solo lui è capace di guardare.
Una lacrima scende sul mio viso.
E’ anziano, ma ancora mi fa compagnia.
Nei momenti più bui della mia vita lui mi è sempre stato vicino.
No, anche oggi non riesco proprio a prendere la drastica decisione
di abbandonarlo sul Grande Raccordo Anulare di Roma.
Caro e dolce vecchio Macintosh!

Lucilla Frangini Ballerini

Lucilla Frangini Ballerini

Lucilla Frangini Ballerini

Docente di italiano e latino nella scuola media statale con specializzazione post-lauream nell’handicap.
Nata a Milano, vive e lavora tra Roma e Calcata.
Da sempre interessata alla ricerca artistica, ha partecipato attivamente alla realizzazione di opere fotografiche, serigrafiche, videoistallazioni ed opere pittoriche concettuali.
Fa parte della sua ricerca artistica, avendo un diploma biennale polivalente post lauream, la realizzazione di opere d’arte materiche fruibili anche da portatori di handicap.
E’ tra i cinque soci fondatori del Museo d’Arte nella Natura di Calcata.
Collaborando con l’artista Giuseppe Canali,  lavorando nella serigrafia d’artista a Calella  (Spagna) e frequentando corsi di acquerello tenuti dai maestri Pedro Canio e Bryan, é riuscita a realizzare opere nei più svariati campi artistici.

lo scudo della Mela

Giuseppe Canali

giuseppe@canaliballerini.com
blog.canaliballerini.com

Nato a Roma il 9/12/1948.
Diploma di Maestro d’Arte
Diploma in fotografia artistica.
Abilitazione in Grafica Pubblicitaria.
Vive e lavora tra Calcata e Roma

E’ dal 1972 che partecipa a mostre nel settore della fotografia e della stampa serigrafica.

Nel 1973 diventa programmatore Cobol. E’ docente di grafica e fotografia dal 1974.

Abilitato con il massimodei voti in grafica Pubblicitaria.

Ha collaborato con riviste nazionali ed internazionali con le proprie immagini fotografiche.

Ha collaborato  dal 1975 con il quotidiano Il Messaggero di Roma.

E’ stato il fotografo scelto dal fondatore della RTI come responsabile del settore fotografico della nascente rete televisiva.

Docente di stampa serigrafica dal 1978.

Partecipa a mostre collettive in Italia e in Europa tra cui Mostra di fotomontaggi  presso la galleria d’Orsaj di Parigi 1978.

Nel 1991é stato scelto per partecipare come giurato nel concorso Nazionale “Natura e Ambiente” presso l’Associazione culturale di fotografia di Nerito di Crognaleto (Teramo).

Nel 1993 é docente di fotografia digitale in un corso organizzato dall’Archivio di Stato di Roma per aggiornare 15 fotografi professionisti all’utilizzo della macchina fotografica professionale a lastre 13 x 18 cm.

Dal 1994 lavora con le argille prelevate nel territorio di Calcata.

E’ uno dei cinque soci fondatori del Museo d’Arte nella Natura di Calcata.

Alcune fotografie fanno parte del Museo della Fotografia Moderna dell’Università di Tor Vergata.

Dal 1995 al 1998  ha  aggiornato gli insegnanti dell’Istituto Statale d’Arte “Roma I” nell’uso dei programmi di Adobe Illustrator, QuarkXPress e Adobe Photoshop, da utilizzare nelle varie discipline.

Ha partecipato con i libri d’Artista alle collettive annuali presso

La Biblioteca Nazionale di Roma e presso la Biblioteca Casanatense dal 2002 al 2006. Partecipazione con l’opera “Autoritratto” nella manifestazione “Arte seduta” a Calcata 2005 ed alla terza edizione di VITARTE  a Viterbo 3-5 Marzo 2006.

Il 10 febbraio 2008 il mondo si ferma.

Con l’estate 2009 rinasce a nuova vita.

Riprende a partecipare alle mostre con l’opera “nato a 720 mesi”

Espone il 28 gennaio 2010 presso la galleria romana Spaziottagoni “Ça c’est la vie”

1991 – Finalista nel 1° concorso nazionale di fotografia “Natura e Ambiente” Nerito di Crognaleto – Teramo
1992 – Vincitrice del 2° concorso nazionale di fotografia “Natura e Ambiente” Nerito di Crognaleto – Teramo
1993 – Sassi – Mostra personale di fotografia / Nerito di Crognaleto – Teramo
1994 – Araba fenice – Diaproiezioni sonorizzate – Calcata
1995 – Acquerelli – Piazza di Siena – Roma
1996 – Araba fenice – galleria Kriptodie – Roma / Numi tutelari e crisalide – Museo d’arte nella natura – Calcata
1996 – Pantere – Fotoserigrafie – Fontemeravigliosa Roma
1997 – Carillon – Calcata
1998 – La porta degli angeli – Arcoalto – Calcata
2000 – La felicità è dietro ad una porta vecchia – San Feliciano (PG) gli amanti – Arcoalto – Calcata
2001 – Nei circuiti elettronici – serigrafia di 15 m. – Calcata
2002 – Uovo d’artista – Granarone – Calcata / Menzogne catodiche – Casina delle civette – Villa Torlonia – Roma
2003 – Errare è umano – Rassegna Internazionale del Libro d’Artista  – L’opera è stata scelta per far parte del fondo libri d’Artista, settore stampe e disegni della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
Orrida fames auri – Uovo d’artista – Granarone – Calcata
2004 – Scambio d’arte – serigrafie – Onderbanken – Olanda / Vorrei un te molto leggero – Teiera d’artista – Calcata
Babylon – Libro d’artista – Biblioteca Casanatense – Roma
2005 – Stop alla guerra -Granarone / Fiume di luce – La Nuit de lumiere / Eterea – sedia d’artista – Calcata
2006 – Eterea – sedia d’artista – Vitarte – Viterbo
2007 – Dragon egg – Granarone / Flowers – Serigrafie / L’ala della speranza / Donna cavalletto – Calcata
2007 – Dicono che prima di morire guardasse il mare – Galleria Mitreo – Roma
2008 – Fontana di luce – uovo d’artista – Granarone – Calcata
2008 – Ensamble – Museo delle auto della polizia di Stato – Roma
2009 – Codice rosso – galleria Spaziottagoni – Roma / Per aspera ad
astra – Calcata / Fiamma della verità – Mese Bruniano – Mensione speciale – Viterbo / Beauty case – Sala Presidenziale della Stazione Ostiense / In vista del Soratte – Palazzo Canali Caccia – Sant’Oreste / Donna Cavalletto – Calcata
2010 – Ça c’est la vie – Spaziottagoni – Roma

Arte al CentoXcento – 28 Gennaio – 5 Febbraio 2010 – Galleria Spazio Ottagoni

1977 – “Carnevale a Calcata” dia proiezioni sonorizzate pre-cine Alcazar Roma
1978 – “Posterizzazioni in camera oscura” OFF CAMERA – Roma
1979 – “Fotoelaborazioni” Circoscrizione 1° (Mercati generali) Roma
1980 – “Nautilus” Serigrafia – Barcone sul Tevere – Roma
1981 – “Fotomontaggi” – Casino di caccia di Villa Panphili -Roma
1982/93 – Altre Mostre personali e collettive a Roma
1994 – “Araba Fenice” Diaproiezione sonorizzata “Vecchia Calcata” – Calcata
1995 – Computergrafica a “Creativity” P.zza di Siena a Roma,  “Lumen”  Installazione – Galleria Criptodie a Trastevere – Roma
1996 – “Numi Tutelari” Museo d’Arte nella Natura – Calcata, “Bascula pesa nuvole” Museo d’Arte nella Natura – Calcata, “Fotoserigrafie” sala espositiva “Fonte Meravigliosa” Roma
1997 – “Carillon” Videoinstallazione presso La Porta Rossa -Calcata
1998 – “La Porta degli Angeli”  – installazione Tuscania (VT)
1999 – “Lampada d’Artista” Galleria Porta Segreta – Calcata
2000 – Mostra personale presso l’Associazione culturale  di S. Feliciano (PG)  con la scultura in terracotta “MINOTAURO”. “Gli amanti”  installazione – Arcoalto – Calcata
2001 – Nei circuiti elettronici” serigrafia di 15 m. Granarone – Calcata
2002 – “1/2 Uovo fresco – Uovo d’artista” Argilla cruda 100 x 50 5o cm – Granarone – Calcata, “Compositoio stocastico” Libro d’Artista” Casina delle civette – Roma
2003 – “Verba manent- scripta volant” libro d’Artista Biblioteca Nazionale di Roma.  “Scambio d’Arte” Serigrafie e terrecotte – Onderbanken – Olanda , “Teiera d’Artista” – Calcata
2004 – “Nassiria” Libro d’Artista – Biblioteca Casanatense – Roma ,“Metamorfosi” Uovo d’Artista Granarone Calcata
2005 – “Creatività” Libro d’Artista Biblioteca Casanatense – Roma, “Cronoman” Uovo d’Artista Granarone – Calcata “, …a rimirar le stelle”  terra cruda, ossido e acqua – manifestazione  La Nuit de lumiére – Opera Bosco – Calcata, “Autoritratto”  sella cuoi bici da corsa e cavalletto da fotografo, metallo e cuoio – L’Arte seduta – Arté – Calcata
2006 – “Autoritratto”  3° edizione di VITARTE  – Viterbo 3-5 Marzo 2006
2007 – “Antenna Vaticana” Fiera delle Arti creative – Calcata,“Uovo in camicia” Uovo d’Artista – Granarone – Calcata, “Sedia d’Artista” – Nuova Fiera di Roma, “Il primo avvistamento non si scorda mai” – Galleria Mitreo – Roma, “Germoglio dopo il fuoco” – Fiera delle arti creative  – Calcata, “L’abbraccio del Papa” piazza di Calcata
2008 – “Un passo dopo l’altro” Museo della Polizia – Roma, “Tango” scultura in argilla cruda – Uovo d’Artista – Granarone – Calcata, “Il risveglio” scultura in argilla cruda – Palazzo Baronale – Calcata
2009 – “Nato a 720 mesi” Galleria Ottagoni – Roma, “Eliocentrica” Anno Bruniano – Biblioteca di Viterbo, “Fossile di cetaceo” scultura di tufo – festa del 1° maggio, “Valigia dei ricordi” maglia di Campione Laziale – Sala presidenziale della Stazione Ostiense – Roma, “IF” Palazzo Canali Caccia Sant’Oreste
2010 – “Ça c’est la vie” Galleria Spaziottagoni – Roma
2011 – “Questa è la vita” – Manifestazione Caffeina a Viterbo
2012 – “Attaccapanni d’Artista” – Galleria ex mattatoio – Roma, “Attaccapanni d’Artista” – Caffè Letterario di via Ostiense Roma
2013 – “Biciclette sott’olio” – Museo di Fabriano
2014 – “Tavolozza d’Artista” – Galleria Cioccolateria a Calcata. “Contrasti” – Associazione Torre Spaccata
2015 – “5 x 5 Mi stanno rubando i croccantini” – Museo di Arcevia Marche, “Rinascita” – CCP Roma, “Massenzio” – Estate Romana di Nicolini – Associazione Torre Spaccata, “Ceramica Raku” – Galleria a Trastevere
2016 – “Il mio quartiere” – Stazione antiparassitaria viale Ionio CCP Roma, “Deborah” – Associazione Torre Spaccata, “Cavatore d’Argilla” – scultura di terracotta Galleria a Trastevere